Archivio disegni

Orario di ricevimento: martedì e giovedì, ore 9,00-13,00, previo appuntamento telefonico (tel. 055 2651894)
Responsabile: funzionario diagnosta Andrea Cipriani
Informazioni: Andrea Cipriani, tel. 055 2651894-Michele Bueno funzionario archeologo tel.0552651831

L'Archivio raccoglie circa 30.000 disegni relativi ai numerosi immobili di interesse storico-artistico di Firenze, Pistoia e Prato. Costituito in massima parte da materiale grafico eseguito nell'ultimo trentennio del Novecento, esso comprende anche una parte più esigua di disegni ottocenteschi.
Tutto il materiale è catalogato su un data base informatizzato per ottimizzare le procedure di consultazione.

Presso l'Archivio Disegni si trova, tra l’altro, il "Fondo Disegni Archivio Giuseppe Poggi" (1811-1901), frutto dell'attività professionale dell'architetto. Si tratta del fondo dato in deposito alla Soprintendenza, nei primi anni Ottanta, dall'Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento (993 disegni, depositati in base a una convenzione stipulata il 14 maggio 1983).

Ulteriore fondo di grande rilievo è quello dei disegni di Giuseppe Castellucci (1863-1939), dal 1899 circa ingegnere dell’Ufficio Regionale per la Conservazione dei Monumenti della Toscana, al quale si devono innumerevoli interventi di restauro e di ripristino in stile al patrimonio architettonico della Regione (il fondo comprende disegni relativi a edifici della Toscana, di Roma e di Venezia).

Si fa presente inoltre che la Soprintendenza possiede il fondo Alfredo Forti (carte su Angiolo Mazzoni) depositato presso l'Archivio di Stato di Firenze (v.le Giovine Italia, 1 - 50121 Firenze). Il fondo, che ha una consistenza di 11 buste, riguarda gli studi monografici condotti dall'architetto Alfredo Forti (1932-1995) su Angiolo Mazzoni (Bologna 1894-Roma 1979), architetto e ingegnere capo dell'Ufficio progetti del Ministero delle Comunicazioni che svolse, tra il 1925 e il 1940, una vasta attività architettonica nel settore delle stazioni ferroviarie e degli uffici postali.

Per la consultazione dell’archivio (e per l’eventuale riproduzione del materiale) da parte di studenti, studiosi e professionisti, nel caso in cui oggetto della ricerca sia un immobile privato, occorrerà inoltre il consenso scritto del proprietario.

Modello di richiesta per accedere alla consultazione e all’eventuale servizio di riproduzione

Clicca qui per il modulo di delega per richiesta di accesso agli atti

Per l’individuazione del funzionario responsabile della zona o dell’edificio, a cui indirizzare la richiesta, vedi a
Home > la soprintendenza > organigramma per Unità Organiche Territoriali
 

Per le norme generali che regolano le modalità di accesso agli archivi della Soprintendenza vai a
home > servizi al cittadino > archivi