Edifici storici privati visitabili

Pagine in aggiornamento  

L'importanza della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio culturale, al quale deve essere riconosciuto - a prescindere dall'appartenenza dei beni al privato o allo Stato ed enti pubblici - un interesse per la collettività, ha determinato il riconoscimento di particolari misure di sostegno finanziario a favore di coloro che sono tenuti direttamente alla manutenzione, protezione o restauro dei beni medesimi.
Tali misure costituiscono un valido strumento atto a favorire la conservazione di tali beni, a fronte della notevole incidenza delle spese necessarie per effettuare gli interventi di restauro, che rivestono spesso carattere obbligatorio.

Il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio stabilisce che, in linea generale, i soggetti pubblici e privati hanno l'obbligo di garantire la conservazione dei beni culturali di loro appartenenza e che pertanto i conseguenti oneri finanziari per gli interventi conservativi sono posti a loro carico (art. 30).
L'intervento di sostegno finanziario dello Stato attraverso i contributi costituisce pertanto un'eccezione che è rimessa a scelte tecnico-discrezionali compiute dell'Amministrazione.
In particolari circostanze dunque gli oneri per interventi conservativi volontari o per quelli imposti, secondo le modalità e procedure previste dal Codice (artt. 32 - 33 ), possono essere posti, in tutto o in parte, a carico del Ministero che a tal fine può erogare contributi con le modalità e procedure previste dal Codice (artt. 34 - 37).
Gli interventi conservativi volontari (art. 31) sono soggetti alla preventiva autorizzazione del Soprintendente che, in quella occasione, può accertare l'esistenza dei presupposti che consentono la contribuzione pubblica.


Firenze e provincia

Firenze, Castello di Torregalli, cancello d'ingresso al castelloCastello di Torregalli
Il Castello di Torregalli si trova a Firenze in via di Scandicci 301, ai piedi della zona collinare tra l'Arno e la Greve, vicino al confine comunale con Scandicci. Dal castello prende nome anche il vicino Ospedale di Torre Galli. Il complesso faceva parte di un sistema fortificazioni nella zona di Soffiano. Le prime notize sulla sua esistenza risalgono al catasto del 1427, quando venne dichiarato... leggi tutto 


Palazzo del Proconsolo o Palazzo dell'Arte giudici e dei notaiPalazzo dell'Arte dei Giudici e dei Notai o del Proconsolo
Per quanto la letteratura offra indicazioni contrastanti sulla data di fondazione dell'edificio, ora collocandola nel XIII secolo (in relazione alla nascita nel 1282 delle corporazioni), ora nel XIV secolo, è certo che questa era nel XV secolo la sede dell'Arte dei Giudici e dei Notai... leggi tutto




Firenze, Palazzo Barbolani da Montauto Palazzo Barbolani da Montauto già Gerini
Il palazzo fu costruito per la famiglia dei Dietisalvi Neroni su alcune case acquistate dai Da Fortuna tra il 1444 e il 1446. I Neroni ambivano a un palazzo simbolo della loro ricchezza economica e del recente successo raggiunto negli affari grazie ai fiorenti commerci internazionali che transitavano da Firenze. Pare che i Neroni, a questo scopo, avessero dato incarico a Michelozzo (impegnato già a palazzo Medici, allora in costruzione), affinché elaborasse un progetto diverso ma... leggi tutto


Firenze, Palazzo Bellini delle Stelle, particolare della facciataPalazzo Bellini delle Stelle
Il palazzo è famoso per essere stata la residenza e il laboratorio dello scultore Giambologna, che qui morì nel 1608.
Fu il Granduca Ferdinando I de' Medici a donare il palazzo all'artista che qui realizzò le statue equestri di Cosimo I e di Ferdinando I per Firenze e le altre celebri opere disseminate in tutta l'Europa... leggi tutto

Firenze, Palazzo Budini Gattai, scorcio delle facciatePalazzo Budini Gattai
el 1549 Ugolino di Jacopo Grifoni, detto l'Altopascio, segretario del duca Cosimo I de' Medici acquistò la casa che sorgeva nell'isolato tra via de' Servi e piazza Santissima Annunziata, al fine di demolirla e sostituirla con un palazzo che desse lustro alla sua famiglia, simboleggiando e consolidando la sua ascesa... leggi tutto 


Firenze, Palazzo Capponi, facciata internaPalazzo Capponi
Il palazzo fu fatto costruire dal 1702 dal marchese Alessandro Capponi, sulla strada che all'epoca si chiamava via San Sebastiano, in terreni acquistati da Salviati e dai Rimbotti. Fu disegnato dell'architetto romano Carlo Fontana, uno dei più in voga all'epoca, e... leggi tutto



Firenze, Palazzo de' CerchiPalazzo de' Cerchi
Il Palazzo de' Cerchi è uno dei palazzi trecenteschi meglio conservati di Firenze, situato tra il vicolo dei Cerchi, via dei Cimatori e via della Condotta.Il grande palazzo non appartenne al ramo più noto della famiglia... leggi tutto


Firenze, Palazzo Ciofi GiacomettiPalazzo Ciofi Jacometti
Interessante esempio di architettura privata tardo-barocca, il palazzo occupa l'area dove erano prima molte delle case appartennti alle famiglie fiorentine dei Libri, dei Pazzi e alle monache di Santa Elisabetta del Capitolo. Agli inizi del XVIII secolo il marchese Baldinucci, tesoriere papale, acquistò quelle case e edificò il palazzo. Le imponenti colonne... leggi tutto

 

Firenze, Palazzo Giraldi, via del Moro 28Palazzo Giraldi
Situato vicino a piazza Santa Maria Novella in una delle zone più caratteristiche di Firenze, questo particolare edificio ha conservato inalterata nel tempo la sua fisionomia di casa-corte mercantile a schiera; negli angusti vicoli della Firenze medievale racchiusa dalla cerchia muraria del 1178, si succedevano infatti case bicellulari alte e strette, con corti interne e logge mercantili al piano terra, per utilizzare al meglio i lotti disponibili... leggi tutto


Firenze, Palazzo Pandolfini, La FacciataPalazzo Pandolfini
Il palazzo fu tra i primi edifici ad essere costruito nel settore nord-ovest della città murata alla fine del XV secolo ed aveva un piccolo "giardino delle delizie" ed un più ampio orto coltivato. Fu Raffaello Sanzio, secondo quanto testimoniato dal Vasari, a riprogettare l'edificio probabilmente nel 1514 per il Vescovo Giannozzo Pandolfini. Il giardino ed il palazzo vennero arricchiti con statue, fontane... leggi tutto



Firenze, Palazzo Salvadori ex DragomanniPalazzo Salvadori ex Dragomanni
Il palazzo è per lo più ricordato in ragione dei molti lavori di ristrutturazione promossi dalla famiglia Franceschi (che lo aveva acquistato negli anni trenta del Seicento), su progetto di Antonio Maria Ferri, attorno al 1697-1698. La facciata, a tre piani organizzati su otto assi, presenta... leggi tutto


Firenze, Torre degli AlbertiPalazzo Torre degli Alberti
La Torre degli Alberti, situata in via de' Benci all'angolo con Borgo Santa Croce, è un'antica torre del centro storico di Firenze. La torre a pianta poligonale era la base principale della famiglia degli Alberti una delle più potenti e numerose famiglie della Firenze... leggi tutto




Firenze, Palazzo UguccioniPalazzo Uguccioni
L'edificio fu costruito, su preesistenze, per il committente Giovanni Uguccioni a partire dal 1550.
L'originale architettura di forme classicheggianti presenta affinità con i modelli romani di Bramante e Raffaello già superati a Roma dai modelli sangalleschi o michelangioleschi, ma assolutamente nuovi a Firenze, dove comunque le scelte formali di palazzo Uguccioni non...  leggi tutto


Firenze, Palazzo Vecchietti, stemma della famiglia VecchiettiPalazzo Vecchietti
Palazzo Vecchietti è ubicato tra via dei Vecchietti e la via degli Strozzi. Si tratta del palazzo che Bernardo Vecchietti fece costruire nel Cinquecento sopra un antico ceppo di case con torri angolari, come descrive Agostino Lapini nel suo diario fiorentino: 9 luglio 1578, si cominciò a murare la cantonata di bozzi, che è tra la Ferrivecchi (l'attuale via degli Strozzi) che la murò Bernado Vecchietti. I Vecchietti erano una delle più... leggi tutto


Firenze, Palazzo di Via Maggio 21Palazzo di via Maggio 21
La storia del palazzo, probabilmente edificato nella seconda meta1 del '400, ipotesi confermata e confortata dalla lettura di alcuni elementi architettonici caratteristici dell'epoca presenti al piano terra, è legata alla storia di via Maggio e alla sua edificazione avviata nel XII secolo con l'acquisto, da parte della famiglia Velluti, di alcuni terreni in aperta campagna nell'Oltrarno... leggi tutto


Villa del Cigliano, ingresso al giardinoVilla Antinori del Cigliano
In rapporto all'importanza del complesso, le fonti storiche disponibili non sono molte. Il Carocci, nella sua ricognizione del comune di San Casciano, fornisce delle brevi note storiche che a tutt'oggi rimangono i soli riferimenti. L'autore rintraccia il possesso, verso la fine del Trecento, di una casa da signore in luogo detto Cigliano nella famiglia fiorentina dei Bondi. Successivamente... leggi tutto


Firenze, Villa La Canovaia, scorcio del cortileVilla La Canovaia
di via di Camerata, in angolo con via Lapo Gianni, si trova l'antica Villa di Canovaia, chiamata anche II Monte o Villa Peratoner.
Nel XV secolo l'edificio apparteneva ad un certo Agnolo di Andrea di Monte, o del Monte, che lavorava alla Zecca fiorentina. Da un'altura che si trova all'inizio di via di Camerata, che già nel 1074 veniva chiamata Monte, derivano il nome della famiglia, della Villa e... leggi tutto



Firenze, Villa Il Gelsomino (Part.)Villa Il Gelsomino o Villa Bianca
Il fabbricato non ha una data di costruzione certa, il primo insediamento era probabilmente di tipo rurale ed è stato trasformato in “villa” verso la fine del 1800 dall’antiquario Melli proprietario dell’edificio fino al 1912. In tale anno la proprietà veniva rilevata da Ubaldo Ciappi, commerciante in pelle soprattutto con l’oriente, che ne fece la sua dimora principale... 
leggi tutto

Villa l'Olmo, particolare della facciata principaleVilla l'Olmo già Villa Foggini
La Villa dell’Olmo è collocata in località detta Pozzolatico nel Comune di Impruneta nelle vicinanze di Firenze.
La villa fu costruita dopo il 1714 da Giovanni Battista Foggini detto Vincenzo, insigne scultore ed architetto, nato a Firenze nel 1662 e scomparso nel 1755 senza riuscire a vedere conclusa l’opera che verrà poi portata a termine dai suoi eredi... leggi tutto



Sesto Fiorentino, Firenze, Villa Il Paradisino, corte internaVilla Il Paradisino
Il complesso architettonico villa Il Paradisino, costituito dalla Casa da Signore e dalla Villa Padronale, rappresenta un esempio completo di azienda agricola rinascimentale, passata poi alla conduzione mezzadrile e successivamente familiare.
La “Villa-Fattoria”, risalente all'epoca medicea, comprende anche un importante parco con esemplari centenari... leggi tutto


Firenze, Villa di San Francesco di Paola, ingresso con la Statua Villa San Francesco di Paola
Nel 1575 Bianca Cappello, in omaggio al famoso santo di Paola in Calabria e per l'ordine da lui fondato, fece venire a Firenze, con l'aiuto finanziario del Granduca Francesco I, un gruppo di questi frati con il compito di costruire un convento... leggi tutto




Firenze, Villa TantaferaVilla Tantàfera
Villa Tantafera, è stata sottoposta nel corso dei secoli a rilevanti cambiamenti negli apparati decorativi e nell'assetto tipologico. La costuzione sorge su di un poggio tra gli ulivi e vi si accede da un vialetto che attraversa un giardino aperto su vari livelli e arricchito da una vasca a forma poligonale... leggi tutto




Firenze, Villino di Via Bonifacio Lupi, 31Villino di via Bonifacio Lupi
L'edificio nasce nella seconda metà dell'Ottocento, in concomitanza con le grandi trasformazioni architettoniche ed urbanistiche promosse dal Piano Poggi per Firenze Capitale. L'edificio presenta i caratteri architettonici propri del periodo, proponendo forme classicheggianti. La facciata principale è... leggi tutto


Ex chiesa e convento di Santa Lucia, Facciate Ex Chiesa e Convento di Santa Lucia
La chiesa sorge su un piccolo pianoro a mezza costa alle pendici del Poggio di Firenze. Nel 1260 risulta come chiesa curazia, cioè relativa a un piccolo popolo distante dalla parrocchia di appartenenza, affidata alle "cure" di un sacerdote.
La sua origine, così come la sua forma iniziale non sono note, si presume che l'impianto originale fosse di dimensioni più modeste rispetto... leggi tutto  


Palazzo Torriani, Marradi, part. della facciataPalazzo Torriani
Il Palazzo Torriani fu costruito alla fine del XVI secolo, nel centro del paese di Marradi. La costruzione del Palazzo fu iniziata dalla famiglia Razzi sui resti di una torre preromana. Poichè l'impresa era superiore alle loro possibilità, i committenti decisero per una permuta con la famiglia Torriani, proveniente da Milano, da cui era stata cacciata dai Visconti dopo lunghe e sanguinose battaglie. I Torriani terminarono la costruzione del palazzo... leggi tutto


Montelupo Fiorentino (FI), Torre FrescobaldiTorre Frescobaldi
Possente torre costruita all'inizio del XIV secolo a tutela del traffico fluviale e contro le scorrerie di Castruccio Castracani. La Torre si presenta con una facciata caratterizzata da pareti in pietra di fiume, con agli angoli in mattoni che si sviluppano per l'intera verticalità, interrotte ad intervalli regolari da filari di mattoni orizzontali. Anticamente denominatadi San Quirico, è oggi nota come Torre de' Frescobaldi per essere stata acquistata... leggi tutto


Villa Calcinaia, Greve in Chianti, esterniVilla Calcinaia
Acquistata da Niccola di Andrea Capponi nel 1524, la tenuta di Calcinaia - posta lungo l'antica strada per Greve - fu ampliata nel 1643 e nei due secoli successivi con l'aggiunta di altri poderi. Una mappa del 1524, mostra una coppia di edifici posti lungo la strada per Greve, attualmente... leggi tutto 



Pescia (PT), Villa Garzoni, particolare della facciata principaleVilla Garzoni
Notevolissimo complesso costituito dalla villa, alcune dipendenze e dal celebre parco, risalenti al XVII E XVIII secolo, nonchè altre dipendenze di epoche più tarde. La villa sorse come ampliamento di una costruzione precedente, come appare da un antico disegno di proprietà Gardi.
Il progetto fu eseguito nel 1633 su commissione dell’allora proprietario Romano Garzoni, i lavori iniziarono... leggi tutto 

Villa Le Maschere, Scorcio della facciata occidentaleVilla le Maschere
Considerata una tra le più belle ville del Mugello e della Toscana per la sua favorevole posizione in cima ad un colle sulla via che collega Bologna a Firenze, villa le Maschere fu costruita nella seconda metà del ‘500 dalla famiglia Bettini, l'edificio fu poi acquistato all'inizio del XVII secolo dalla famiglia fiorentina Gerini, che avviò interventi di ampliamento e ristrutturazione e riorganizzò il parco con viali e giardino all'italiana. Alla fine del '600 lasciò la sua firma artistica a Villa Le Maschere Giovanni Battista Foggini, scultore e architetto di corte del Granduca di Toscana Cosimo III de' Medici... leggi tutto

Villa Il Melarancio, scorcio del giardino e della villaVilla Il Melarancio
Nel 1427, quando era di proprietà di Michele di Torello Torelli di Prato, la villa si chiamava "Il Giglio", assumeva poi l'attuale nome che sembra derivi dalle piante di melarancio che fiorivano sul colle di Scandicci Alto dove sorge l'edificio. Dopo un succedersi di diversi proprietari, fra cui i Torrigiani ed i Martelli, venne donata ad Alessandro Girolamo Viti di Bergamo. Il canonico Giuliano Viti nel 1739 lasciò tutti i suoi beni ai frati domenicani di San Marco a Firenze, che la cedettero all'Arcivescovado di Firenze da cui venne poi... leggi tutto

Marradi, Villa Piani al Poggio, scorcio dell'edificio"Villa Piani al Poggio"
La costruzione della "Villa Poggio" anche denominata "Villa Piani al Poggio", nella sua attuale veste e consistenza architettonica risale all'ultimo quarto del secolo scorso su un preesistente edifìcio di fattoria di consistenza molto iferiore, ampliato nel 1890 per destinarlo a residenza della famiglia Piani.
Il fabbricato principale è un grande edificio in muratura, distribuito su tre livelli, oltre il piano seminterrato e il soffitto. Il piano terra è incentrato su un corridoio... leggi tutto


Tavarnelle Val di Pesa, Villa di Poggio PetroioVilla di Poggio Petroio
Il castello, di cui oggi non restano che pochi resti, nel 988 era uno dei castelli della Val di Pesa di proprietà della famiglia Visdomini a cui appartenne San Giovanni Gualberto, che secondo alcuni autori nacque proprio a Petroio verso il 995.
Successivamente, con l'adiacente chiesa parrocchiale di San Gemignano (oggi soppressa, ma facente parte del piviere della Pieve di Santo... leggi tutto 


Bagno a Ripoli, FI, Villa di Quarate, Part. del prodpetto estVilla di Quarate
Villa di Quarate fa parte del fabbricato denominato "Olmo primo" situato in Comune di Bagno a Ripoli lungo la strada comunale delle Tavarnuzze, in località Quarate oggi denominata via del Poggio al Mandorlo al numero civico 26 (ex via di Quarate n.ll). Detto immobile, dalle caratteristiche seicentesche, antica dimora signorile denominata localmente "II Palazzo", fa parte di un complesso edilizio... leggi tutto 


Calenzano (FI), Villa di Travalle, part.Villa di Travalle
La Villa di Travalle si trova al centro di una stretta pianura a nord dell'abitato di Calenzano, contornato dalla rigogliosa vegetazione collinare del monte della Calvana e del poggio dell'Uccellaia.
Il complesso tardo barocco fu voluto dalla famiglia Strozzi, che fin dal quattrocento possedeva numerose terre con case e poderi nella... leggi tutto

Bagno a Ripoli, FI, Villa dell'UgolinoVilla dell'Ugolino
La proprietà antica più nota è da ricondursi a un certo Piero di Cristofano da Montevarchi, mentre nel 1427, all'epoca del primo catasto fiorentino, la villa apparteneva già ai Lotti che, nel 1444, la vendettero a Giorgio di Niccolò Ugolini.
Furono gli Ugolini, in particolare Bartolomeo, nel XVII secolo, a dare alla proprietà... leggi tutto 

  


Pistoia e provincia


Pistoia, La Bottega di Farmacia, facciata dell'edificioLa Bottega di Farmacia
L'edificio strutturalmente unitario, seppur attualmente frazionato in varie unità immobiliari, si sviluppa con un ampio fronte sull'attuale via degli Orafi e via del Duca verso Piazza del Duomo, scavalcando con una volta via Bracciolini, risulta collocato fra edifici più noti e studiati. Ad est è contiguo al Palazzo Bracciolini delle Alpi ultimato nel 1603 su precedenti edifici medievali... leggi tutto





Pistoia, Palazzo Fioravanti, facciata principalePalazzo Fioravanti
palazzo fu edificato intorno al XIV secolo sulla prima cerchia delle mura urbane di Pistoia; in origine era quasi certamente destinato a torre militare di guardia e di stazionamento delle truppe poste a difesa della Città e del Comune. Con la sopraelevazione di mattoni, aggiunta in epoca posteriore, l'edifìcio divenne inoltre il più alto della zona, favorendo ulteriormente questa funzione. L'uso militare... leggi tutto




Pistoia, Palazzo ForteguerriPalazzo Forteguerri
L'aspetto attuale di Palazzo Forteguerri è il frutto di importanti lavori di ampliamento e aggiornamento di un edi%uFB01cio residenziale (sec. XIII) di cui resta qualche traccia nelle arcate della facciata e in un ambiente del piano terreno che presenta frammenti di decorazioni pittoriche alle pareti. Le decorazioni a motivi geometrici, arricchivano le pareti di quello che doveva essere... leggi tutto  

Pistoia, Palazzo GatteschiPalazzo Gatteschi
L’edificio è rappresentato da un corpo di fabbrica assai vasto e articolato ed è il risultato di varie trasformazioni essendo ancora riconoscibili in diverse parti inserimenti o rifacimenti caratterizzati architettonicamente in stili e modi diversi. L’ultima integrale trasformazione è stata realizzata nell'Ottocento, con la quale l’edificio ha assunto la fisionomia e la funzionalità di una sobria abitazione borghese. Particolarmente evidente risulta... leggi tutto 


Larciano, Villa Banchieri Castelmartini, cancello d'ingressoVilla Banchieri - Castelmartini
Villa Banchieri o di Castelmartini si trova in località Castelmartini, nel comune di Larciano in provincia di Pistoia. Il castrum Martini che dà il nome alla località era un'antica fortezza del XIII secolo, che venne in seguito trasformata nella villa che appartenne a varie famiglie aristocratiche: gli Ammannati, i Panciatichi, i Medici, i Lorena. Nel 1777 infine pervenne ai Banchieri, famiglia pistoiese i cui eredi ne sono tutt'ora proprietari. La villa... leggi tutto


amporecchio (PT), Villa Rospigliosi, particolare della facciataVilla Rospigliosi sorge nel piazzale antistante la villa vecchia di Spicchio, originaria dimora padronale e centro organizzativo delle vaste proprietà che la famiglia Rospigliosi possedeva fin dal Medio Evo nel territorio di Lamporecchio.
La villa fu edificata per decisione di Clemente IX durante il suo breve pontificato, durato dal 1667 fino alla morte avvenuta nel 1669. Salito al soglio pontificio, Giulio Rospigliosi, dapprima orientato alla ristrutturazione della sua tenuta di Lamporecchio, ritenne che una costruzione completamente nuova meglio si sarebbe adattata... leggi tutto