Villa La Canovaia

Firenze.Villa La Canovaia, scorcio delle mura esterne, Via di CamerataAll'inizio di via di Camerata, in angolo con via Lapo Gianni, si trova l'antica Villa di Canovaia, chiamata anche II Monte o Villa Peratoner.
Nel XV secolo l'edificio apparteneva ad un certo Agnolo di Andrea di Monte, o del Monte, che lavorava alla Zecca fiorentina. Da un'altura che si trova all'inizio di via di Camerata, che già nel 1074 veniva chiamata Monte, derivano il nome della famiglia, della Villa e di tutta un'ampia area intorno all'edificio. Nel 1602 Giovanni di Lorenzo del Monte cedette l'immobile al celebre pittore Domenico Cresti, detto il Passignano, originario della omonima località. I suoi discendenti che dall'artista presero il nome di Passignani, la rivendettero nel 1710 alle monache di San Giuliano di Firenze, Villa La Canovaia, particolare del giardinovia Faenza. Le monache mantennero il possesso dell'edificio fino al 1808, anno in cui fu soppresso il convento di via Faenza. Nel catasto del 1832, la Villa risulta intestata a Gelli Antonio di Giuseppe. Il 2 marzo dello stesso anno, Giuseppe la lasciò al figlio Michele che la vendette pochi anni dopo al sacerdote Giuseppe di Baccio Bandinelli, discendente della famiglia del celebre scultore Baccio Bandinelli. Nell'agosto 1861 il possesso della Villa passò a Virginia Bosio moglie di Torello Chiari. Infine, il 27 aprile 1863, l'immobile fu acquistato da Federigo Fitzroy Hamilton che, nel 1867, comprò da Eugenio Godi, un appezzamento di terreno da annettere ai possedimenti della Canovaia. Agli inizi di questo secolo la Villa risulta di proprietà della famiglia Peratoner proprietari anche della Villa di Firenze, Villa La Canovaia, cortile internoCamerata.

La Villa di Canovaia, con pianta a forma di "L", si affaccia su di un piccolo cortile, impercettibile all'esterno da via di Camerata. Si accede al cortile attraverso un loggiato con colonne dai capitelli ionici e sormontato da un'altana. All'interno, gli ambienti della Villa non sono molti ma tutti abbastanza ampi. Nella decorazione ottocentesca di un camino, che si trova in una delle sale del piano terra, si riconoscono lo stemma delle famiglie Torrigiani e Guicciardini, oltre ad una caravella, forse emblema della famiglia da Verrazzano. In fondo al giardino si trova una nicchia rivestita di spugne contenente una vasca con una piccola statua di bambino al centro.
Come si legge nei catastali e nelle piante ottocentesche, alla villa era annessa una piccola cappella. Trasformata in "fabbricato" tra il 1863 ed il 1867 da Federigo Hamilton, ancora oggi, dal giardino, se ne intravede il tetto che fuoriesce dalla nuova costruzione, più ampia ma di altezza inferiore. Questo corpo è annesso alla Villa attraverso un facciata continua su via di Camerata.

(Archvio S.B.A.P.S.A.E. Firenze, relazione storica redatta dall'arch. Fiorella Facchinetti)

 


Modalità di fruizione dell'immobile

Firenze, Villa La Canovaia, targa informativaFirenze, Villa La Canovaia, accesso al girdinoVilla La Canovaia
Via di Camerata, 3/5 - Firenze

Modalità di Visita
La visita potrà avvenire il primo martedì di ogni mese dalle ore 10,00 alle ore 15,00, previo avviso telefonico.

Visita durante le manifestazioni culturali
L'immobile sarà inoltre visibile dalle ore 10,00 alle ore 13,00 di tutti i giorni della manifestazione denominata "Settimana della Cultura".

Informazioni telefoniche
Tel. 055 588362

Fruibilità da parte di Gruppi
L'accesso all'immobile dovrà avvenire, in ogni caso, secondo termini e modalità da garantire la conservazione del bene.

Validità della Convenzione
Convenzione stipulata in data 14 febbraio 2006, validità anni 10 (dieci).

Pagina pubblicata in data 5 settembre 2012

 

Firenze.Villa La Canovaia, scorcio delle mura esterne, Via di CamerataDesktop\sitoVilla La Canovaia\Firenze.Villa La Canovaia, scorcio delle mura esterneFirenze, Villa La Canovaia, accesso al girdinoFirenze, Villa La Canovaia, cortile internoFirenze, Villa La Canovaia, particolare del cortileFirenze, Villa La Canovaia, particolare del  porticatoFirenze, Villa La Canovaia, scorcio del cortileFirenze, Villa La Canovaia, particolare del giardinoFirenze, Villa La Canovaia, fontanellaFirenze, Villa La Canovaia, targa storica Villa La Canovaia\Firenze, Villa La CanovaiaFirenze, Villa La Canovaia, particolare degli interniFirenze, Villa La Canovaia, targa informativa