Il pavimento del Battistero di Firenze. Con una nota su commesso di pietra e di legname

Collana Quaderni del Servizio Educativo, n. 16

Ha dato spunto a questo Quaderno un progetto didattico che proponeva agli studenti delle scuole elementari e medie alcuni esercizi sul modulo e sulle decorazioni. La fonte principale – di cui è integralmente riproposto il bellissimo apparato di 25 tavole – è un album, conservato alla biblioteca di Palazzo Pitti, compilato da Enrico Madoni e stampato dall’editore Giulio Vannini di Brescia nel 1913. S’intitola Il pavimento del Battistero di Firenze esplicato ne’ suoi elementi geometrici e contiene un Cenno storico illustrativo di Guido Carocci. La rispondenza dell’album agli intenti dei Servizi Educativi della Soprintendenza non è casuale, visto che lo stesso Madoni era un insegnante di disegno e lo avrà sicuramente utilizzato per alcune esercitazioni.
Ai disegni è stata affiancata da Claudio Paolini una breve nota storica sul pavimento, un’introduzione alla storia e alle tecniche del commesso e dell’intarsio e infine una piccola antologia di scritti, come consueto in questa collana.
La bibliografia in appendice fornisce indicazioni a chi voglia approfondire i vari argomenti.


Paolini, Il pavimento del Battistero di Firenze. Con una nota su commesso di pietra e di legname, Quaderno n. 16, Polistampa, Firenze, 2006.

Pag. pubblicata in data 11 ottobre 2012