Servizio educativo

Orario dal lunedì a venerdì, ore 9.00 - 13.00, su appuntamento telefonico
Responsabile: Emanuele Masiello
055 2651860 - emanuele.masiello@beniculturali.it
e-mail: sbapsae-fi.servizioeducativo@beniculturali.it

Il Servizio educativo elabora progetti in materia di educazione al patrimonio in ottemperanza agli articoli 118 e 119 del Codice dei Beni Culturali. Obiettivo principale del Servizio è la diffusione del patrimonio culturale nelle scuole, attraverso un contatto diretto con gli istituti di ogni ordine e grado, a tal fine promuove e coordina le attività didattiche della Soprintendenza nello spirito della cornice normativa definita tra il 1995 e il 1998 sia dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali sia da quello della Pubblica Istruzione. Il Servizio offre assistenza scientifica, avviando rapporti sinergici con i docenti nella finalità comune di favorire "la conoscenza delle testimonianze storiche e del patrimonio artistico nazionale, sviluppando nei cittadini - soprattutto tra i più giovani - il sentimento di appartenenza ad una tradizione culturale comune e di corresponsabilità nella tutela.

Dal Servizio Educativo dipendono sia le attività direttamente rivolte alle scuole, sia quelle destinate ad una più vasta utenza costituita da fasce di pubblico diversificate, alle quali corrispondono programmi opportunamente predisposti (conferenze, manifestazioni inerenti specifici progetti, iniziative culturali di vario tipo, coordinamento della Settimana dei Beni Culturali e realizzazione del depliant informativo degli eventi).

Per quanto concerne le attività rivolte alle scuole, esse seguono due indirizzi principali: la formazione per i docenti e l'attività rivolta agli studenti, tramite convenzioni e progetti speciali.
Tra i corsi rivolti agli insegnanti - realizzati congiuntamente alla Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantroplogico per le province di Firenze , Pistoia e Prato (le cui competenze, a seguito della riforma 2008, sono a parzialmente confluite in quelle del presente Istituto) si possono ricordare quelli di approfondimento della conoscenza "Intorno a un'opera d'arte" - L'adorazione dei magi di Domenico Ghirlandaio (2005), in collaborazione con l'istituto degli Innocenti di Firenze e La Stazione Santa Maria Novella (2006), in collaborazione con gli Amici dei Musei Fiorentini -, che propongono diverse chiavi di lettura di un'opera d'arte, in modo da favorire, a partire da una testimonianza materiale esemplare, progetti interdisciplinari che mostrino la complessità del sapere. La lettura etnografica è stata invece affrontata con il corso San Giovanni Battista patrono di Firenze: arte, iconografia e tradizione (2006), incentrato intorno ad uno dei santi più popolari e rappresentativi del calendario liturgico, la cui figura e vita hanno ispirato alcuni dei massimi capolavori artistici di tutti i tempi, ed al cui nome si legano riti e tradizioni dalle origini lontanissime che si possono rintracciare in tutta Europa.

Una rilevante attenzione è stata poi riservata ai progetti speciali dove ha assunto particolare sificato il progetto rivolto alla scuola dell'Infanzia La bellezza dell'arte insieme a noi. Le favole, i miti e le storie, inserito nel più ampio progetto "Le chiavi della città" promosso dal Comune di Firenze (2005/2006), che ha coinvolto 29 scuole. Il progetto ha previsto un corso di formazione rivolto ai docenti (90 partecipanti) e, successivamente, la visita da parte delle rispettive classi a tre opere d'arte della città, coinvolgendo 1390 bambini di Firenze, dai 3 ai 5 anni, che durante l'anno scolastico hanno poi svolto la loro attività didattica sul David di Michelangelo, la Primavera di Botticelli e il Nettuno di Bartolomeo Ammannati. L'eccezionale esperienza sarà documentata da una pubblicazione del Servizio Educativo.
Tra le altre attività educative il Servizio coordina da anni il programma di valorizzazione dei Musei Vicariali della Provincia di Firenze, in collaborazione con l'INCRA della Banca di Credito Cooperativo del Chianti Fiorentino.
Inoltre il Servizio collabora alle attività della "Bottega dei Ragazzi" dell'Istituto degli Innocenti di Firenze, attraverso il coordinamento scientifico dei laboratori didattici legati al patrimonio storico-artistico e provvedendo alla formazione degli operatori didattici.